La Coop. Dire Fare Giocare propone varie tipologie di laboratori didattici o progetti strutturati che offrano la possibilità di divenire protagonisti della propria formazione, superando lo schema di insegnamento classico basato sulla lezione frontale, lo studio individuale e la verifica. In tal senso l'esperto non si propone come docente che trasmette conoscenze, bensì come cooperatore e consulente di un progetto di ricerca dello studente. I laboratori da noi proposti, quindi, non intendono essere il luogo di apprendimento di specifiche tecniche ma vogliono essere momento di ricerca e sperimentazione diretta quale stimolo all'accrescimento delle proprie competenze e conoscenze: devono avere lo scopo di promuovere la libera e personale espressione di bambini e bambine fornendo più opportunità comunicative ed espressive, nel rispetto della globalità della persona e delle potenzialità di ciascuno. Nella conduzione l'animatore deve porsi come facilitatore, che potrà suggerire diverse ipotesi e metodi di lavoro, mostrando non che cosa fare ma come si può fare, ma lascerà comunque sempre liberi il bambino e la bambina (o altri eventuali fruitori) di scegliere a sua discrezione il percorso da seguire, sulla base di quanto la sua personalità, i suoi bisogni, i suoi tempi gli suggeriscono, sperimentando se stesso e le sue capacità espressive e comunicative ed accettando il confronto con gli altri
Pertanto il laboratorio si propone come un luogo in cui i bambini e le bambine possono:
  • creare sperimentando modalità di utilizzo inconsuete dei materiali
  • divertirsi provando soddisfazione nel "fare"
  • imparare a lavorare insieme, rafforzando la sicurezza e la stima di se
  • affinare e consolidare le capacità personali
  • approfondire la conoscenza di particolari tematiche in modo divertente e coinvolgente

    Nell'ambito di progetti strutturati ci si porranno le seguenti finalità:

  • creare laboratori che consentano l'acquisizione dei concetti attraverso l'operatività
  • proporre attività di laboratorio con cui fare esperienze dirette, significative e motivanti
  • sviluppare capacità di osservazione e descrizione
  • coinvolgere direttamente i/le ragazzi/ragazze nella ricerca ed applicazione di strategie e nell'utilizzo di conoscenze per uno scopo concreto (partecipare a un gioco, svolgere delle operazioni nel corso di un laboratorio,…);
  • migliorare o rafforzare le conoscenze relativa ai temi/argomenti trattati;
  • fare assumere ai ragazzi punti di vista diversi;
  • stimolare l'autonomia personale e l'assunzione di responsabilità.

    ---- --.


    METODOLOGIA e ORGANIZZAZIONE
    L'organizzazione di queste attività consente di costruire momenti differenti dalle attività normali perché cambia la disposizione fisica dell'aula, perché lo svolgimento di varie attività ( gioco, laboratorio, ecc.) consente ai ragazzi ed alle ragazze di esprimere specifiche e personali capacità, offrendo a tutti pari opportunità.Gli operatori si occuperanno dell'allestimento dello spazio, che verrà attrezzato e predisposto per facilitare il "fare", e di supportare l'attività fornendo i materiali e gli strumenti necessari.
    Il coinvolgimento attivo e diretto di insegnanti e/o operatori/trici, oltre che indispensabile per la buona riuscita dell'intervento, ci sembra anche importante quale occasione per sperimentare un'esperienza di lavoro di gruppo sulla base di un progetto comune.

    DESTINATARI
    Il progetto può essere adattato ad utenze diverse (scuole materne, elementari, medie), tenendo conto delle reali possibilità e capacità dei partecipanti e tenendo conto delle specifiche esigenze espresse, sia in termini di contenuto che di durata ed organizzazione.

Il CATALOGO che qui presentiamo vuole essere una proposta strutturata, ma non rigida e completa, di possibili attività.
Ogni singolo laboratorio verrà personalizzato ed adattato alle specifiche esigenze.
L'aver raggruppato i laboratori per attività "omogenee" è solo un formalismo funzionale ad una maggior razionalità nella presentazione piuttosto che alla specificità dei contenuti, che, spesso, si prestano ad essere inseriti anche in più di un raggruppamento.
Alcune attività e laboratori possono anche essere considerate come modulari e quindi si prestano alla progettazione di percorsi didattici più lunghi ed articolati.
La cooperativa è inoltre disponibile anche per:
· gestione di feste di animazione, feste di fine anno, ecc.
· progettazione, supervisione, gestione di specifici progetti
organizzazione, progettazione, gestione di corsi di aggiornamento per insegnanti ed operatori scolastici.